Andare avanti con la musica: intervista a Vanni Grigolin

Vanni Grigolin, in arte Vanni J, ha una naturale propensione per la musica house. Nella sua discografia troviamo brani come Chills in the Clear, Out of my Head e Dreaming of the sun, canzoni che esprimono sentimenti intensi, talvolta contrastanti, con una linea melodica elettronica molto forte.

Il suo ultimo singolo, Don’t Listen to anyone, non fa eccezione: il testo, cantato da Giuseppe Ravazzolo (in arte Joe Ravazzolo), è frutto del dolore di una storia finita male e della sfiducia che ne segue, e la difficoltà di andare avanti; la musica di Vanni J, da parte sua, fa eco a questa malinconia ma aggiunge un’energia vitale che non sprofonda la canzone nello sconforto. Abbiamo chiesto a Vanni J di parlarci della sua ultima canzone…

Partiamo dal tuo ultimo singolo, Don’t Listen to anyone: il testo esprime emozioni forti e dolorose, spesso contrastanti. In particolare, parla di promesse infrante e della difficoltà di fidarsi. Come nasce questa canzone?

Don’t listen to anyone parla di una storia finita male con una ragazza conosciuta l’estate scorsa. I miei amici mi dicevano di lasciare perdere… per questo “non ascoltare nessuno”, “una promessa con un tatuaggio fatto insieme”, “il destino che non ha voluto e non si è mai capito”. L’orgoglio, forse… e se i confini cominciano a cadere questa estate forse sarà migliore.

Come le tue precedenti canzoni, tra cui Dreaming of the sun e Out of My Head, Don’t Listen to Anyone ha una base musicale elettronica, dalla forte componente house. Quali sono le tue ispirazioni musicali?

Le mie ispirazioni sono house, soprattutto anni 90, e i miei artisti preferiti attualmente vanno da David Guetta, Tiesto, Robin Schulz, Ofenbach e Armin van Buuren, il mio preferito.

 

Vanni J e Joe Ravazzolo

Quali emozioni vuoi comunicare con la tua musica?

Cosa voglio comunicare con la musica? Sentimenti, emozioni, esperienze: mi viene spontaneo… penso di avere un centinaio di brani strumentali nel mio hd, anche rock…

Come hai vissuto questo periodo di pandemia?

Provengo dalla musica rock sono principalmente un chitarrista che suona da quasi 40 anni ma ho ascoltato di tutto col passare degli anni approdando nella musica dance, il mio cantante Giuseppe suona nei Queen Legend con oltre 150 date negli anni scorsi. Causa covid quest’anno abbiamo deciso di fare qualcosa insieme e durante la pandemia ci siamo trovati per partire con un progetto nuovo: nella mia sala prove e registrazione gli ho fatto sentire un po’ di demo e mi ha detto: “cazzo sei un grande”. Abbiamo già un altro brano pronto più commerciale da pubblicare e un altro da fare solo il testo.

Diamo uno sguardo al futuro: puoi dirci qualcosa sui tuoi prossimi progetti?

Penso di avere una quindicina di brani strumentali già remixati. Basta scrivere i testi, prossimamente anche con Irene Guglielmi che ha già scritto il testo su una mia base.

 

Per ascoltare Don’t Listen to Anyone di Vanni J, CLICCA QUI!

Sei un artista e vuoi promuovere la tua canzone? CLICCA QUI e scopri tutte le nostre offerte per cominciare a promuovere la tua musica!

 

Tags:
2 Comments

Comments are closed.

  1. […] J fosse una personalità istintiva, lo si è intuito dalla nostra intervista (che potete trovare QUI!). Nelle sue canzoni, l’artista veneto mette in primo piano i sentimenti, e lo fa in maniera […]

  2. […] Leggi di più […]

© 2018-2021 LaTuaMusica. Tutti i diritti riservati.

Questo sito non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilitá e la reperibilitá dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della Legge. n. 62 del 2001.

LaTuaMusica è un sito web di proprietà di BREAKING LAB S.R.L.

SCRIVICI

Scrivici qui. Ti contatteremo il prima possibile.

Sending
Translate »

Log in with your credentials

Forgot your details?